top of page

Antonio Vivaldi. Che gioia creare!

logo-LoB-lr-x-intestaz-sito.jpg

La benedetta corruzione del barocco

VENEZIA, Chiesa di San Giovanni in Bragora. 1678

PLAY ME

Il fato ha voluto che, nel corso dei secoli,

Mercato-di-Rialto_01.jpg
la mia musica fosse rimembrata dalle genti di codesto mondo,
specialmente per la mia celeberrima composizione Le quattro stagioni, ma in realtà la mia produzione comprese ben oltre cinquecento brani! Scrissi sonate, sinfonie, concerti, composizioni per opera ed oratori...
Mercato di Rialto_03.png
bollo_palladio-01.png

Eppure, la mia fama rimane legata al mio talento come compositore di musica strumentale. Ebbi i natali a Venezia, nel '600, periodo d'assoluto splendore veneziano, nel bel mezzo di quel periodo che gli storici chiamano "barocco". Pensa che questo termine voleva significare, all'incirca, "perla dalla forma irregolare",

il che alludeva a qualcosa di magnifico, ma, al contempo, assai bizzarro, almeno per i gusti della società dei primordi di tale periodo. Tutte le Arti erano colpite dal barocco, perciò anche la musica, che suonava come un'invenzione continua, rompendo i canoni della precedente musica rinascimentale. Qualcuno, molto tempo dopo la mia morte, avrebbe detto

Mercato-di-Rialto_02.jpg
che se il rinascimento era la correzione, il barocco era, invece, la corruzione delle regole dell'arte. Sono stato battezzato presso la Chiesa di San Giovanni in Bragora. Mio padre era un barbiere con la passione per il violino, nonché uno dei più versatili musicisti della città, e tale passione avrebbe ben presto contagiato anche me, sin dalla mia tenera età.
Mercato di Rialto_04.png
Venice-A-10x10-100-dpi.jpg
Venice-SQ-D-20x20-100.jpg
Venice-SQ-E-20x20-100.jpg

Torna a questo luogo

1

La benedetta corruzione del barocco

VENEZIA, Chiesa di San Giovanni in Bragora. 1678

Vai al prossimo luogo

2

Lo spretato

VENEZIA, Pio Ospedale della Pietà. 1703

sezione 2
sezione 3
bottom of page